Un nuovo "Fronte Democratico"

Day 4,863, 12:36 Published in Italy Greece by Innocenti

Cari amici e carissimi avversari,

Dopo 2 anni ci siamo liberati della Dittatura targata NIO. I ban hanno falcidiato il partito di Titan, per cui ragionevolmente la nostra community potrà voltare pagina. Tuttavia, sarebbe ingenuo far finta che nulla sia successo, e che questi due anni non abbiano lasciato profonde ferite. Non soltanto una crescente polarizzazione, e il flame tra le parti. NIO ci lascia una community morente, dimezzata nei numeri, al netto dei gusci vuoti di account comprati qua e là.

Le cose non possono tornare ad essere come prima di Titan

Non possiamo più permetterci divisioni, fazioni che si fanno la guerra in ambito militare e politico. Questo è il momento in cui ciò che resta della community si unisce, dandosi pochissime regole imprescindibili che provo ad elencare qui di seguito (ma che nei piani dovrebbero essere solo la base per una concertata "carta costituzionale"):

1) Il carattere democratico

2) Il rispetto reciproco e l'inclusione, a prescindere dalle nostre differenze (in game ed extra game)

3) La valorizzazione del merito

Per realizzare questa visione unitaria, il primo passo è porre fine alle divisioni politiche e militari che hanno caratterizzato un diverso periodo della nostra eStoria, e che hanno continuato ad esistere finora unicamente per le politiche denigratorie e "genocide" del regime NIO.

Propongo quindi:

1) La rifondazione dell'esercito eItaliano, come MU unica per tutti noi.

2) La nascita di un partito unico, il cui unico carattere essenziale sia quello democratico, dove impostare una collaborazione sana tra i pochi di noi ancora attivi e in grado di contribuire al governo.

Per quanto tutto ciò sembri simbolico, non lo è. L'esistenza di entità separate, per quanto alleate, danneggia il coordinamento. Inoltre è il seme di divisioni che, prima o poi, potrebbero riaffiorare.

Se vogliamo darci un'altra chance (l'ultima) come community, è il momento che ognuno di noi faccia un passo di lato, un sacrificio. Che si rinunci al passato, che tanto è solo un nostalgico ricordo, per tentare di costruire qualcosa di nuovo. Insieme.

Con le prossime elezioni del PP, chiedo esplicito mandato agli iscritti a Old Italian Order (OIO) di perseguire questa strada, attraverso la nascita di un nuovo soggetto politico e una MU collegata. I principali destinatari di questo messaggio sono gli amici del Pce e della Brigata. Tuttavia, la mia speranza è un coinvolgimento più ampio, a partire dai tanti eitaliani ancora all'estero (come i Pirati, la comunità italiana in Belgio o i tanti esuli sparsi per l'eMondo) o disinteressati, fino ad arrivare ai più ragionevoli tra i sostenitori del vecchio regime. Se si vuole sotterrare l'ascia di guerra, il momento è questo.

Innocenti