Prima Intervista di CreepyRainbow a IL Resiliente.

Day 4,514, 16:35 Published in Bosnia and Herzegovina Bosnia and Herzegovina by IL RESILIENTE

Buona sera cari amici e compagni di gioco,

Ci ritroviamo ancora tutti assieme con un nuovo articolo.
Ringrazio il Ministro dell'Informazione Italiano CreepyRainbow che mi ha intervistato negli scorsi giorni e che mi ha concesso a mia volta di intervistarlo.
Pubblico pertanto la serie di domande e risposte scambiate con il Ministro.
Ieri è stata pubblicata la prima intervista sul giornale di JAPR ( Italia ) e oggi verrà pubblicata questa seconda intervista sul giornale di Tebaldo ( Italia ).
Ringrazio entrambi questi cari amici per avermi consentito di pubblicare le interviste sui loro giornali in Italia.
Entrambe le interviste le trovate inoltre nel mio giornale "L'Esiliato Disincantato" pubblicato in Bosnia Erzegovina.
Per una migliore trasparenza si è deciso di pubblicarle a un giorno di distanza l'una dall'altra e su due giornali differenti.
L'intervista riporta in originale e in maniera integrale l'intera serie di domande e di risposte.

Buona lettura...

Inizio intervista con CreepyRainbow in data 22 marzo:


1. In Italia c'è la dittatura, ma perché a tuo avviso è preferibile un regime democratico?

1. Per me è preferibile sempre la democrazia sia nella real life che nel gioco.
In questo gioco purtroppo la democrazia sarebbe falsata perché esistono singole persone/giocatori che controllano una certa moltitudine di profili, quindi in caso di votazioni al congresso o per l'elezione dei Presidenti di partito e/o del Presidente della nazione, come dimostrano gli avvenimenti recenti in gioco, i risultati correrebbero sempre il rischio di essere falsati.
La dittatura garantisce a poche persone di controllare la nazione, soprattutto per quanto riguarda le sue risorse economiche e senza dover mai rendere conto a nessuno.
La prima cosa su cui tutti i giocatori italiani si dovrebbero trovare d'accordo è secondo me la più importante di tutte: ogni singolo giocatore deve gestire un singolo profilo e non trovare sistemi per gestire più profili.
Senza la certezza di un giocatore = un avatar, non potrà mai esserci onestà in gioco e senza onestà non potrà mai esistere la democrazia espressa attraverso il voto.
La dittatura fino ad oggi ha portato divisioni nei partiti, reso inattivi o fatto espatriare giocatori, spinto giocatori a passare dall'opposizione a formazioni pro governative ( destabilizzando rapporti di amicizia ), consentendo solo a pochissime persone filo governative di gestire il Tesoro dello Stato.

2 a). Posto che queste persone che controllano una moltitudine di profili esistano, queste persone usano questi profili anche per combattere nelle battaglie e garantire un'Italia libera con delle regioni sulla mappa. Senza regioni si può eleggere il CP ma non il Congresso, senza regioni non ci sono entrate nelle casse statali, quindi la democrazia si reggerebbe su una gamba sola e senza soldi per fare alcunché. Come gestiresti il connubio tra la necessità di difendersi da aggressioni straniere e la tua visione democratica di 1 giocatore = 1 avatar?

2 a). Posto che si raggiunga un accordo tra giocatori in eItalia laddove a 1 giocatore corrisponda sempre 1 solo avatar.
Avendo la piena democrazia con elezioni regolari e oneste nei partiti, per eleggere sia i Presidenti di Partito che il Presidente della Nazione, si potrebbero unificare tutte le Unità Militari in sole 3 formazioni nazionali e garantire un perfetto coordinamento tra eserciti in modo da agire congiuntamente e con tempi cronometrati per combattere Tutti Uniti come Un Solo Uomo sia nelle Battaglie Aeree che nelle Battaglie Terrestri.
In questo caso noi avremo certamente, secondo me, più giocatori attivi con il concetto di "1 giocatore = 1 avatar"e molti meno "2 clicker" che non partecipano attivamente alla vita degli eserciti della nazione.
Coordinando i soli tre eserciti noi avremmo solo 3 gruppi di giocatori che si conoscono e interagiscono tra loro ed evitiamo l'abbandono del gioco.
Si può inoltre dividere gli eserciti per categorie e concentrare nel
1* esercito tutti i "Legend",
nel 2* esercito i soli gradi: Titano e Dio della Guerra,
Nel 3* esercito tutti gli altri gradi militari.
Non devono esistere eserciti specializzati in battaglie aeree o terrestri, tutti devono partecipare assieme alle battaglie essenziali e prestabilite, esaurite le quali ognuno può dedicarsi liberamente alle battaglie che preferisce.
I Partiti, secondo me, vanno riuniti in soli 4 o 5 partiti diversi e ognuno deve formare gruppi di membri numericamente più o meno simili. In questo modo si crea possibilità di fare politica per tutti e si garantiscono seggi in congresso più o meno simili nella rappresentanza per tutti.
Le Leggi in congresso le stabiliscono assieme.
I 4 o 5 Presidenti di Partito dopo avere indetto referendum tra i propri membri, e una volta raggiunto un certo esito, i capi partito discutono tra loro e adottano la migliore linea di condotta per l'intero Paese.
Nel caso di decisioni urgenti e rapide si consultano i soli Presidenti di Partito.
Nel caso di decisioni mediamente urgenti si indice un singolo referendum di 24 ore in ogni partito.
Nel caso di decisioni rilevanti ma non urgenti si possono stabilire referendum di partito dalla durata di 48 ore alla durata di 7 giorni.
Ogni partito e ogni esercito deve offrire possibilità di comunicazione per tutti i membri non escludendo nessuno e consentendo sempre sia riunioni ristrette tra responsabili sia riunioni allargate a tutti i giocatori.
Non deve esistere spionaggio, in quanto non più necessario, niente censura, niente attacchi personali ne volgarità o bullizzazione di nessun giocatore.
I messaggi e i commenti devono sempre essere rispettosi del proprio interlocutore.
Il Presidente della Nazione viene scelto di volta in volta tramite un accordo tra i 4 o 5 partiti presenti nella nazione e lo stesso giocatore non può ricoprire l'incarico di Presidente di Partito o della Nazione per più di due mandati totali ogni 12 mesi.
Sono vietati i TO nei partiti per chiunque.
In Congresso si vanno a votare le Leggi sempre dopo aver raggiunto accordi come nelle modalità sopra elencate per i partiti, in base ai vari livelli di urgenza e sempre e solo nell'interesse generale nazionale.

2 . Facciamo un esempio concreto:
Io gestisco da solo 5 Legend XX, con ognuno di essi sparo 20 miliardi di damage in battaglia per un totale di 100 miliardi.
Lo straniero ha 3 legend XX, con ognuno di essi spara 20 miliardi di damage in battaglia per un totale di 60 miliardi.
100 vs 60 vince l'Italia.
Mi attengo alla regola 1 giocatore = 1 avatar. Tengo un Legend XX e lascio morire gli altri quattro. Faccio solo 20 miliardi di damage in battaglia.
20 vs 60 vince lo straniero.
Lo straniero vince, l'Italia perde tutte le regioni, senza regioni non ci possono essere congressuali e le entrate dalle tasse diventano pari a zero.
Per difendere le nostre regioni e la democrazia servono 80 miliardi di damage che ora non abbiamo più, dove li trovi?

2 . E' difficile rispondere Creepy.
Si dovrebbe pensare di vendere quei profili in più a qualche giocatore italiano con un avatar poco graduato e chiedergli di usare solo il Legend acquistato.
Ci sarebbe il problema però che non tutti sarebbero disponibili a spendere soldi veri per acquistare un avatar.
Un giocatore potrebbe allora conservare un suo solo avatar in Italia e spostare gli altri in nazioni estere alleate, facendo un patto con gli altri giocatori stranieri di farne rientrare loro uno per ognuno dei nostri spostati.
Se invece non si potesse applicare ne la soluzione della vendita ne tanto meno quella dello scambio tra alleati, allora si dovrebbe fare una lista di tutti i profili doppi e non farli partecipare al voto nelle elezioni per non falsare i voti.
Questa potrebbe essere una buona soluzione di compromesso.
Naturalmente nella soluzione di compromesso, i multi profili potrebbero essere usati nelle battaglie per fornire un vantaggio ulteriore e prezioso all'Italia.
In questo ultimo caso di compromesso, sarebbe tutelato il voto democratico e si preserverebbe anche la parte militare della nazione.

3. Ma non credi sia giusto che chi spende di più per proteggere l'Italia abbia diritto ad un peso maggiore nelle decisioni democratiche? Sto parlando di una sorta di suffragio censitario.

3. E' lo stesso problema che si ponevano prima del suffragio universale:
Hanno diritto al voto coloro che non sanno leggere e scrivere?
Hanno diritto anche i poveri a votare o è giusto che votino solo coloro che hanno una certa ricchezza?
Hanno diritto le donne al voto come gli uomini?
Ti ricorderai senz'altro il problema fondamentale che precedette la Rivoluzione Francese, quello dell'Assemblea dei Tre Stati che raggruppavano le tre categorie sociali dell'epoca: Aristocratici, Ecclesiastici e Popolo.
Votando per Stati, l'alleanza tra Aristocratici ed Ecclesiastici prendeva sempre le decisioni definitive e il voto del Popolo non contava più nulla.
I delegati del Popolo chiesero allora che si votasse non per categoria ma per singola persona rappresentata in parlamento e quindi se ogni testa portava un voto, il popolo avrebbe sempre avuto la maggioranza dei seggi in Parlamento.
Non fecero un accordo equo e il risultato fu la violenza della rivoluzione e la distruzione dello Stato.
Così qui il problema che si pone in gioco mi sembra similare...a grandi linee...
Io credo molto nei compromessi Creepy, perché spesso solo con una buona opera di mediazione si può raggiungere qualche risultato soddisfacente.
Io resto sempre dell'idea che si potrebbe limitare il voto a 1 persona = 1 avatar
Mentre lasciare che chi spende soldi in gioco, utilizzi tutta la sua forza militare possibile a beneficio proprio, della sua nazione e degli altri italiani.
Se si riuscisse a fare un buon accordo di questo tipo credo che chi spende soldi in gioco non sembrerebbe più un arrogante o un presuntuoso ma soprattutto sembrerebbe un buon giocatore, altruista e ragionevole.
Io ad esempio non ho nulla in contrario ne ad Asteria ne a Titan che guida l'alleanza.
Però pensare di poter disporre del potere decisionale su tutto, solo in virtù di ciò che si può spendere, credo che la maggioranza dei giocatori, giustamente non lo potrà accettare mai.

4. Cosa vuol dire "vincere" in eRepublik secondo te? Ovvero, come si determina, sempre secondo te, il vincitore in eRepublik?

4. Difficile per me rispondere a questa domanda dopo circa 6 mesi di gioco qui su e republik.
Per me, appena iniziato a giocare, si pose il problema di comprendere in maniera sommaria il gioco nel suo insieme e valutare quanto tempo restare attivo prima che la noia prendesse il sopravento, come avviene quasi sempre in tutti i giochi on line di questo tipo.
La cosa che mi incuriosì fu vedere che esistevano giocatori dalla vita di gioco decennale ancora attivi.
Ho imparato come fare a vincere gli "oscar", come io chiamo bonariamente le statuette dorate, che portano prezioso gold.
Ho capito come vincere le medagliette del primo secondo e terzo posto dei tornei settimanali e sono riuscito ad allargare il mio medagliere.
Ho capito come essere un buon editore/giornalista vincendo spesso la sfida di dare alle stampe qualche articolo che attirasse voti, donazioni e commenti più o meno favorevoli ma soprattutto facendomi conoscere a tanti giocatori e conoscendo meglio a mia volta i vari commentatori.
Ho vinto la sfida di non avere alcun nemico qui in gioco ma solo amici più o meno critici nei miei riguardi ma sempre sinceri.
Ho vinto alcune volte l'elezione da congressista essendo l'unica carica a cui alcune volte mi sono candidato.
Ho vinto la partita più difficile, quella della FIDUCIA e della SINCERITA', sia con i giocatori facenti capo all'opposizione sia con quelli schierati coi governativi, con cui quando posso, dialogo sempre amichevolmente e con piacere.
Essere attivo dopo oltre sei mesi di gioco senza essere stato sopraffatto dalla noia, la considero la mia vittoria più grande.
Sono contento di essere riuscito ad accumulare risorse, armi, denaro e oro e di essere ora livello 52 e di ricoprire il grado militare di Dio della Guerra a 1 tacca e di essere uno Squadron Leader a 4 tacche, anche questa la considero una vittoria.
La Vittoria più grande in assoluto però sarebbe per me, contribuire ad un buon accordo tra governativi e oppositori.

5. Secondo te quali strategie si potrebbero attuare per mettere pressione a Titan affinché tolga la dittatura?

5. Secondo me non esiste una vera e propria strategia per mettere pressione a Titan affinché tolga la dittatura.
Credo inoltre che Titan, qualunque fosse la strategia adottata, non si deciderebbe mai a cambiare passo.
L'unica cosa buona e giusta da fare per ritornare alla piena democrazia, secondo me, sarebbe quella di "sedersi a un tavolo di trattativa" e confrontarsi Titan, con uno dei tre giocatori dell'opposizione che io ho avuto modo di conoscere in questi mesi e che reputo brave e ragionevoli persone oltre che giocatori preparati:
Tebaldo, Innocenti, Spartako Rosso.
Se Titan discutesse con uno di loro tre, e stilassero infine un documento di accordo, credo che sottoponendolo a referendum tra tutti i giocatori italiani, l'esito sarebbe positivo e l'accordo sarebbe raggiunto.
Se Titan concederà a quel punto la democrazia, con regole e vincoli comuni, la comunità italiana crescerà notevolmente sia dal punto di vista politico che militare.

6 a). Ma senza strumenti di pressione, perché mai Titan dovrebbe trattare?

6 a). Credo che Titan dovrebbe trattare per evitare, come detto in una precedente risposta, che la comunità italiana perda ulteriori giocatori che potrebbero scegliere tre vie a seguito del suo atteggiamento:
1. diventare "2 clicker".
2. diventare cittadini di altra nazione ( magari nemica dell'Italia e combattere contro di essa ).
3. restare in Italia e combattere contro l'Italia e i suoi alleati nelle battaglie terrestri e aeree.
Tutti questi oppositori potrebbero inoltre pubblicare articoli, in Italia o all'estero, commentare, remando contro l'attuale governo dispotico.
I Fascisti sostenevano l'idea del "molti nemici, molto onore"; alla fine della seconda guerra mondiale i loro numerosi nemici li avevano sconfitti e l'onore fu perduto per sempre con l'aggiunta della "Damnatio memoriae".
Converrebbe dunque guardare al passato e imparare sempre per il presente e il futuro, nella vita reale come in gioco 😉

6 . I tuoi punti 1,2,3 e il 4 implicito in che modo metterebbero pressione a Titan?

6 . Costituirebbero inizialmente più una forma di pressione psicologica, una sorta di "spina nel fianco".
Avere giocatori italiani all'interno e all'esterno del Paese che militarmente e attraverso la scrittura ti si oppongono, potrebbero piano piano costituire un punto d'attrazione per altre forze straniere, esterne al Paese che potrebbero coalizzarsi assieme a questo nucleo di giocatori italiani dissidenti e muoversi, via via sempre più forti, per sconfiggere un giorno Titan dal punto di vista militare, dopo averne minato l'immagine internazionale attraverso un'attenta opera di propaganda.
Ovviamente siamo nel campo delle ipotesi.
Così come è difficile per Titan eliminare l'opposizione interna, sarebbe altrettanto difficile realizzare una opposizione efficace poggiandosi a forze straniere amiche dell'opposizione.
Per questo motivo, ritenendo più utile preservare tempo ed energie, il mio consiglio è sempre trovare un buon accordo, per tutti noi, sia dell'opposizione che del fronte governativo.

7. Secondo te la feature della Dittatura dovrebbe essere rimossa dagli admin?

7. Io credo che la funzione della Dittatura in gioco, se usata quando serve e se usata per un tempo determinato, possa a volte essere molto utile.
Bisognerebbe però capire quando è necessaria la dittatura e sapere per quanto tempo serva che resti in vigore.
Al momento in eItalia, io credo che la dittatura abbia esaurito la sua funzione e sia durata per un tempo molto, troppo lungo.
E' ora di avviare una concertazione tra le parti, giungere a un buon accordo per tutti gli eItaliani e ripristinare conseguentemente la Democrazia e la riapertura del Congresso.

8. Consiglieresti a qualcuno, sconosciuto o amico che sia, di iscriversi a eRepublik?

8. Senz'altro. Trattasi di un gioco molto interessante e vario che richiede tempo e pazienza per essere compreso in tutte le sue molteplici sfaccettature.
Se si ha uno spirito sociale adeguato e una facilità nell'interazione scritta, come capita a me, ci si può divertire spesso e sovente.

9. Se avessi a partire da oggi un budget di 500€ mensili da spendere su eRepublik, come li spenderesti?
E se li avessi e Titan NON giocasse?

9. Ecco questa è la domanda più difficile posta fino ad ora 🙂
Sinceramente non spendo mai soldi veri in un gioco, è una regola che seguo sempre: tenere separati i soldi veri da giochi finti.
Però ipotizzando di disporre di quella somma mensile da spendere qui in gioco, per una questione di semplice logica proverei a chiedere consigli a 3, 4 giocatori diversi che spendono regolarmente soldi in gioco su cosa acquistare e come investire tutto quel denaro.
Non capisco la relazione di avere i soldi da spendere e Titan che non gioca.
Avendo soldi da spendere li spenderei ( consigliandomi prima ) e se Titan non giocasse ( mi spiacerebbe perché lo trovo molto divertente ), ma me ne farei una ragione e rispetterei la sua decisione di non giocare ma a me non cambierebbe nulla.

10. Allora proviamo a riformulare, immagina di avere a tua disposizione 5 tank Legend XX di tua proprietà e che ci sia Titan che si comporta come si è comportato ora, che faresti? E su avessi lo stesso i Legend XX ma Titan non ci fosse, che faresti?

10. E' ancora più difficile di prima rispondere per me a questa domanda riformulata ma ci proverò comunque.
Se disponessi di 5 tank Legend XX di mia proprietà e fosse presente in gioco Titan che applica la strategia attualmente in essere, approfitterei degli avatar forti a mia disposizione per tentare ancora di più di riportarlo al tavolo delle trattative.
Posso anche utilizzare un solo voto, pur avendone 5 a disposizione, favorendo la riappacificazione della comunità italiana di gioco, ma salverei la potenza militare dei 5 tank disponibili affiancandomi a tutti gli altri Legend dell'opposizione che combatterebbero assieme a me tutti dalla stessa parte e unendo le forze.
Se nell'ipotesi che Titan non ci fosse, dovessi scegliere cosa fare, ancora più di prima mi adopererei per tentare una riconciliazione nazionale e ribadire di esprimere un solo voto, pur potendo esprimerne 5, purché si possano riunire tutte le forze militari italiane assieme combattendo compatti dalla stessa parte contro i medesimi nemici per gli stessi comuni obbiettivi finali.


Termine intervista il giorno 26 marzo.



Sentitevi come sempre liberi di commentare esprimendo il vostro pensiero, come nella migliore tradizione di questo giornale che ben conoscete.

Con sincero affetto, grazie a tutti voi cari amici e compagni di gioco.

A ritrovarci al prossimo articolo.
Buona serata dal vostro Esiliato Disincantato.

Articolo redatto il giorno 31.03.2020

IL RESILIENTE

© Copyright 2020 ©
Tutti i diritti riservati.
Politica sulla riservatezza.
Consiglio per gli affari internazionali.