Quattro chiacchiere con Federico Fato (PP ReI)

Day 2,499, 11:50 Published in Italy Greece by Carlo00



Cari amici tutti, oggi pubblico quest'intervista a Federico Fato presidente di uno dei più importanti partiti eitaliani, Rinascita eItaliana, spero che vi piaccia.




C:Innanzitutto Ringrazio Federico per l'intervista concessa e vorrei subito chiederti come è nata questa scelta di Candidarti alla presidenza di un partito importante e storico come ReI?


F:Fin dalle prime settimane di gioco ho sempre avuto in mente che l'unico ramo di eRepublik che mi avrebbe interessato veramente sarebbe stato quello politico (non che quello economico o militare permettano chissà cosa).
Ho iniziato a partecipare attivamente al partito, informarmi e alla fine sono riuscito a farmi eleggere in Congresso per la prima volta: da quel mese direi che è stato tutto un crescendo da Congressista a vicePdC fino a PdC.
L'intenzione di candidarmi alla presidenza di ReI mi balenava in testa da parecchie settimane già dall'inizio dell'estate, ma la poca esperienza mi hanno fatto desistere per attendere un momento migliore.
Questo mese "mi son fatto coraggio", ho stilato una lista di punti che ritengo molto validi (Test per candidarsi al Congresso, Iniziative FUN, Avvicinarsi agli altri partiti, Modificare la veste grafica e il forum), e mi sono candidato per guidare ReI in un momento non facile sia per il nostro Paese che per ReI (dopo l'abbandono di Inno), e probabilmente ho vinto anche grazie al fatto che un candidato valido come Ruthergnol si fosse ritirato, nonostante Alberto sia riuscito a diminuire drasticamente la forbice che il mese scorso c'era stata fra lui e Steradon.




C:Molto bene vorrei appunto focalizzarmi sul modulo politico ed in particolare al congresso, dove sei stato appunto eletto PDC. Con questo ruolo e durante quel mese ci sono stati un pò di mal di pancia sopratutto riguardanti le accuse di parzialità che hai ricevuto e la mancata sfiducia al tuo vice Yamisuke. Come rispondi a queste accuse che ancora in molti ti porgono?


F😛artiamo dal presupposto che le accuse mi venivano rivolte solo da una parte politica (l'asse FdeI - PCE), e che a mio parere scaturirono solo per la nomina di Yamisuke come vicePresidente, fatto che viene testimoniato dallo stesso articolo di Dibex sulla sua nomina e dalle parole spese in Congresso da spartako rosso in cui diceva, testualmente "Per il PdC la cosa si riduce ad una mancanza di autorità nei confronti del suo vice , anche quando questo lo smentisce , facendoci domandare spesso se le posizioni siano state invertite senza avvisare il Congresso."
Questo suo pensiero delinea che la sfiducia nei miei confronti parti principalmente (se non totalmente) perché Yamisuke era vicePresidente.
Per quanto riguarda il mio mandato da PdC non ho nessun rimorso o rimpianti, perché so di aver svolto quell'incarico con imparzialità, dedizione e passione (al contrario di qualcuno, lo stesso di sopra, che ha avuto il coraggio di dire che sono stato un PdC poco presente).



C:Nel tuo programma per le presidenziali del partito hai detto che volevi avvicinare ReI alle altre forze politiche. Ti avvicinerai anche all'asse FDeI-P.C.E.? o almeno ci proverai? Secondo te, quanto può durare ancora questa alleanza? e se finisse, su cosa cadrebbe? Politica estera? EI? o altro?


F:Nel mio programma mi riferivo evidentemente alle forze politiche di opposizione, quali Lux et Ratio, Aquila et Gladius e Bastardi Senza Gloria. Non abbiamo quindi intenzione di allearci con l'asse FdeI - PCE.
Per quanto riguarda l'alleanza vera e propria l'alleanza durerà finché i due partiti non si stancheranno uno dell'altro o fino a quando i più scettici a questa alleanza, interni ai due partiti, faranno sentire la propria voce.
Credo anche che l'alleanza "di ferro" durerà finché riusciranno ad andare al governo..una volta esaurito il potere si esaurirà di conseguenza l'intesa.




C:Eppure l'alleanza ha retto su un nome che divideva molto (Dellusac) Che nonostante sia stato sfidato da un grande Player coma Squatriota è risultato vittorioso, seppur di poco, è stato comunque un segnale. Sia per una parte che per l'altra. Cercherai una candidatura unica per le prossime presidenziali?


F😃ire che quella di Delussac sia stata una vittoria mi sembra altamente azzardato, visto che il voto che l'ha fatto vincere era di Tonmu, che aveva di proposito votato per l'altro schieramento "per dimostrare agli eItaliani quanto terribili possano essere i Governi FdeI-PCE" (la sua motivazione doveva essere più o meno quella).
Per le prossime presidenziali è ancora tutto da vedere, ma niente si può svelare in anticipo...




C:Cambiando argomento, cosa hai pensato quando hai letto la notizia dell'accordo con l'Ungheria? cosa avresti fatto tu se fossi stato al governo?


F😃iciamo che su questo argomento la maggior parte si è pronunciata negativamente sui due NAP firmati dal governo. Personalmente mi trovo in una via di mezzo e non ho un'idea precisa.
Da una parte capisco tutti i giocatori che dicono che in questa maniera abbiamo lasciato in disparte l'orgoglio eItaliano e invece di combattere siamo scesi a patti con i nostri acerrimi nemici, dall'altra capisco le argomentazioni presentate da andreami in qualche commento.
Posso fare soltanto due appunti: il Governo ha sbagliato a non parlarne prima nei minimi dettagli con il Congresso e con la popolazione; quantomeno questo mese avremo un Congresso "normale" composto da 40 congressisti.




C😛arlando con amici di tutte le community, si scopre che il flame nella nostra è molto più acceso e forte, perché pensi sia così? Come pensi si possa migliorare questo aspetto?


F:Qui bisogna fare una distinzione, a cui sono giunto dopo i mesi che ho fatto come ambasciatore.
Negli altri paesi c'è lo stesso flame che c'è in eItalia, la differenza fra loro e noi è che loro sanno ben distinguere il momento del flame interno dal momento in cui c'è bisogno di un'unità nazionale, mentre noi non sappiamo scindere le due cose e ci ritroviamo a dover combattere prima con noi stessi e poi con gli altri.
Questo però è un discorso che può essere benissimo applicato alla realtà: quanti Stati più patriottici di noi conoscete, solo in Europa?

Per migliorare questo aspetto credo ci voglia prima di tutto un esame di coscienza personale e poi una disponibilità nel voler, non dico sempre, collaborare fra di noi in situazioni di straordinaria amministrazione.



Cene Grazie mille per avermi rilasciato questa intervista.

F:Ringrazio Carlo per l'intervista e tutti quelli che sono riusciti ad arrivare fino alla fine dei miei sermoni u.u


Alla prossima Gente 😉